giovedì, marzo 21, 2019
0 Carrello
Edilizia

La solidità si coniuga alle forme fluide: casseforme per calcestruzzo firmate Arbloc, per architetti, ingegneri, aziende edili

Esiste una catena ad anelli, consolidatasi pienamente nel corso della seconda metà dell’Ottocento e del secolo scorso, che lega a doppio filo le attività di edilizia e architettura, il materiale del calcestruzzo e lo strumento delle casseforme per calcestruzzo

Solidità e forme fluide: casseformi per calcestruzzo firmate Arbloc
632Visite

Esiste una catena ad anelli, consolidatasi pienamente nel corso della seconda metà dell’Ottocento e del secolo scorso, che lega a doppio filo le attività di edilizia e architettura, il materiale del calcestruzzo e lo strumento delle casseforme. Queste ultime risultano un ausilio indispensabile per la realizzazione di una gamma vastissima di soluzioni, in grado di portare in concreto i più arditi sogni dei progettisti.

Le casseforme, o casseri, gli involucri entro cui il calcestruzzo, ancora fluido, viene versato e all’interno dei quali, al termine del processo di presa, raggiunge una forma compiutamente solida e stabile, possono essere creati in diverso materiale, storicamente in legno o pannelli metallici, ma, ormai da qualche decennio, con sempre maggior piede nel composto del polistirolo espanso.

Un portfolio che si fonda sui criteri di qualità, perizia e varietà, sono questi i punti forti di Arbloc: la gamma di casseformi può infatti comprendere progetti per scale di varia tipologia (ad esempio elicoidali con gradini a fazzoletto o a gradini rovesciati a pianta circolare), per volte (anche qui negli stilemi a botte, a crociera, a crociera con vela o a padiglione), per archi (a tutto sesto, a sesto ribassato, policentrico, ellittico o con battente), e ancora per colonne, pulvini, cornicioni, balconi e, punta di diamante, per disegni di forme complesse, ottenute tramite attento uso di fresatura e rivestimento.

Le realizzazioni con le casseforme per calcestruzzo Arbloc

Tra le varie produzioni Arbloc si possono nominare gli uffici Fimer a Vimercate, in provincia di Monza e Brianza, in relazione ai quali sono stati forniti i negativi in polistirolo espanso rivestito per la realizzazione della trave sagomata a pianta circolare di sostegno dei piani superiori dell’edificio; il residence del turismo e centro per la balneoterapia di Saint Mandrier sur Mer, in Francia, con le sue casseforme per la realizzazione del muro; la nuova stazione marittima di Salerno di Zaha Hadid Architects,; lo splendido Museo Cocteau a Mentone, nella regione francese di Provenza-Alpi-Costa Azzurra, in riferimento al quale Arbloc si è occupata delle casseforme su disegno per riprodurre le speciali insenature del solaio; l’ampio outlet firmato McArthurGlen a Noventa di Piave, in Veneto, per cui sono stati creati gli elaborati prefabbricati alleggeriti di decorazione alla struttura principale, in rispetto delle indicazioni dei progettisti.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi