venerdì, gennaio 18, 2019
0 Carrello
Sicurezza sul lavoro

Norme Antincendio, in consultazione la revisione della norma UNI manutenzione estintori

Scade il 14 gennaio l'inchiesta pubblica preliminare sul progetto di norma di revisione della UNI 9994-1:2013

Norme Antincendio, in consultazione la revisione della norma UNI
86Visite

Sono 12 i progetti di norma nazionale e adozioni di documenti ISO sottoposti sino al 14 gennaio 2019 all’inchiesta pubblica preliminare, fase fondamentale del processo normativo. Chiunque fosse interessato può inviare i propri commenti.
La Commissione Protezione attiva contro gli incendi è interessata alla revisione della norma UNI 9994-1:2013. Al fine di garantire l’efficienza degli estintori di incendio, il progetto UNI1605487 prescrive i criteri per effettuare il loro controllo iniziale, la sorveglianza, il controllo periodico, la revisione programmata e il collaudo. La futura norma è destinata a impattare su migliaia di aziende che operano nel settore antincendio.

UNINFO propone un TR per definire le conoscenze, abilità e competenze degli accertatori incaricati dalle autorità preposte dei controlli relativi al rispetto dei requisiti necessari per l’accesso ai benefici fiscali previsti dalla Legge 232/2016 art. 1, commi 8 – 13 (Finanziaria 2017) e allegati A e B per le imprese che hanno effettuato investimenti secondo il modello definito “Industria 4.0”. Il codice progetto: UNI1605559.

È di interesse della Commissione Sicurezza il progetto UNI1605626 che definisce – in conformità con il rapporto tecnico UNI/TR 11709:2018 – i requisiti relativi all’attività professionale del tecnico verificatore dell’asseverazione nel settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile, ossia della persona in grado di pianificare, svolgere e rendicontare le verifiche. In considerazione della scadenza della UNI/PdR 2:2013, visto l’interesse riscontrato dalle aziende del settore e considerata anche la volontà espressa dalle Parti Sociali dell’edilizia nell’indagine pubblica conclusa il 6 settembre 2017, si propone la trasformazione della già citata prassi in norma tecnica nazionale.

I restanti 9 progetti, di competenza del GL 02 “Materiali di riferimento” della Commissione Metrologia che vedono il CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano co-autore, supportano il corpus normativo sui materiali di riferimento elaborato da ISO/REMCO (Committee on reference materials). Essi riguardano:

  • la definizione ed espressione della riferibilità metrologica dei valori delle grandezze assegnate a materiali di riferimento (progetto UNI1605609 – adozione ISO/TR 16476:2016)

  • la distribuzione su scala globale dei materiali di riferimento (UNI1605610 – adozione ISO/TR 11773:2013)

  • una guida sulla loro categorizzazione e relative parole chiave (UNI1605611 – adozione ISO/TR 10989:2009)

  • esempi di materiali di riferimento per proprietà qualitative (UNI1605612 – adozione ISO/TR 79:2015)

  • una guida per la preparazione in-house di materiali per il controllo qualità (UNI1605613 – adozione ISO Guide 80:2014)

  • una guida alla caratterizzazione e valutazione di omogeneità e stabilità (UNI1605614 – adozione ISO Guide 35:2017)

  • buone prassi nell’utilizzo di materiali di riferimento (UNI1605615 – adozione ISO Guide 33:2015)

  • il contenuto di certificati, etichette e documentazione di accompagnamento (UNI1605616 – adozione ISO Guide 31:2015)

  • termini e definizioni specifici (UNI1605617 – adozione ISO Guide 30:2015).

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi