• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

Presentato un accordo tra Milanosesto e il Consiglio Nazionale Degli Architetti

L’organizzazione del primo concorso per la progettazione di un edificio ricompreso nel progetto di riqualificazione delle “aree ex falck e scalo ferroviario” di Sesto San Giovanni

 


Presentato un accordo tra Milanosesto e il Consiglio Nazionale Degli Architetti

Sarà lanciato da Milanosesto entro gennaio 2017, in collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, il primo concorso per la progettazione di un edificio destinato ad edilizia convenzionata all’interno del progetto di riqualificazione delle “Aree ex Falck e Scalo Ferroviario”, il cui masterplan, come è noto, è stato predisposto dall’architetto Renzo Piano.

L’intesa ha come obiettivo quello di promuovere, all’interno del più grande piano di riqualificazione di aree ex industriali d’Europa, un modello di concorso di progettazione in linea con le più avanzate esperienze internazionali. Il progetto è frutto di un protocollo d’intesa tra il Consiglio Nazionale degli Architetti, Milanosesto S.p.A. e Bizzi & Partners Development, che è stato illustrato durante la “Festa dell’Architetto 2016” in corso di svolgimento a Venezia.

Questo primo concorso avrà come oggetto la proposta progettuale di un edificio destinato ad edilizia residenziale convenzionata, multipiano, di circa m2 10.000 e rappresenta, da una parte un momento di crescita della cultura collettiva sui temi dell’architettura e della trasformazione delle aree urbane, dall’altra uno stimolo alla committenza verso un ruolo attivo nella ricerca del miglioramento della qualità degli interventi pubblici e privati.

Per Giuseppe Cappochin, Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti “questa iniziativa congiunta può rappresentare una svolta fondamentale per realizzare, finalmente,   architetture di qualità attraverso una nuova centralità del progetto in grado di fare emergere   idee, competenze e creatività soprattutto dei giovani professionisti. Affidare ai vincitori dei concorsi tutti i livelli della progettazione può realmente far compiere al settore quel vero salto di qualità  che assicuri finalmente ai cittadini opere utili ed anche belle”.

“Il progetto che Milanosesto sta portando avanti sulle aree ex Falck prevede la realizzazione di un nuovo quartiere, una città nella città destinata ad ospitare 15.000 nuovi residenti – ha dichiarato Carlo Masseroli, Direttore Generale Milanosesto - pertanto risulta fondamentale il coinvolgimento di giovani talenti nella progettazione dei diversi edifici. La collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Architetti, e le diverse iniziative che saranno messe in campo a partire dai primi mesi del prossimo anno, avranno lo scopo di promuovere e valorizzare un modello di architettura che nella progettazione tenga conto del bene comune, dei luoghi, della loro storia e delle esigenze delle persone.”

Il bando sarà indetto da Milanosesto, proprietaria dell’area nel Comune di Sesto San Giovanni, in collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

La procedura prescelta, quella del concorso nazionale a due fasi, mira ad individuare, tramite una Giuria qualificata, il progetto migliore e, nel suo autore, il soggetto al quale affidare l’incarico per le successive fasi progettuali e la direzione artistica dell’opera.

 

Il concorso di progettazione è articolato in due passaggi: il primo, in forma anonima, è finalizzato a selezionare quindici proposte ideative, di cui le migliori cinque da ammettere, a pari merito, al successivo e le rimanenti dieci da menzionare nelle forme e secondo la graduatoria stabilita dalla Giuria del Concorso. Il secondo step, anch’esso in forma anonima, è finalizzato a individuare la migliore proposta progettuale tra le cinque ammesse.






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!