• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

L’antitrust ferma Prandelli

L’antitrust multa con 200 mila euro la società Illumia Spa

 


L’antitrust ferma Prandelli

Triplice fischio per Prandelli da parte dell’antitrust italiana. La campagna pubblicitaria con Prandelli non chiariva che il risparmio di 100 euro l’anno non era legato alla tipologia del contratto o alle condizioni di fornitura proposte, ma all’utilizzo di LED, una campagna pubblicitaria non conforme alle leggi di mercato quindi.

Con il provvedimento numero 25424 pubblicato sul Bollettino numero 16 dell'11 maggio 2015, l'antitrust ha condannato la società Illumia Spa ad una multa di 200 mila euro per una campagna pubblicitaria, svoltasi nel periodo aprile – ottobre 2014 attraverso spot sulle principali emittenti televisive nazionali, sulla stampa nazionale e locale e sul web.

La proposta commerciale di Illumia, che l’antitrust ha deciso di sanzionare con una multa di 200.000 euro, consisteva in un’offerta, apparentemente conveniente basata su tre fondamentali aspetti:

  • il prezzo della bolletta bloccato per tre anni

  • un risparmio di 100 euro

  • un kit di lampadine a led del valore di 200 euro

Tutto bello, tutto conveniente, ma secondo l’antitrust queste informazioni “sono state trasmesse in modo del tutto ambiguo e risultano volutamente generiche e incomplete al fine precipuo di non rendere evidente la reale portata delle stesse, non chiarendo gli effettivi meccanismi dell’Offerta e la concreta convenienza della stessa”.

Per quanto riguarda il Kit di lampadine a led del valore di 200 euro invece cosa ha “sentenziato” l’antitrust?

In merito al kit di lampadine, l'Autorità ha osservato che “è vero che nel messaggio non si parla di omaggio ma è vero anche che il messaggio presenta in modo ambiguo la possibilità di ottenere il kit, in quanto sottace l’effettiva natura della consegna di detto kit e non fornisce alcuna indicazione su eventuali oneri o condizioni gravanti sul consumatore, lasciando intendere che si tratti di un omaggio. Il consumatore medio, pertanto, non è in alcun modo in grado di percepire che il Kit di lampadine viene in realtà consegnato a titolo di comodato con un vincolo di durata di tre anni”.

 

L’antitrust si è espressa a seguito di una denuncia presentata dall’Unione Nazionale Consumatori, unione dei consumatori che quindi non può che esprime piena soddisfazione per quanto riguarda la conclusione della vicenda “probabilmente in molti ricordano la campagna pubblicitaria, diffusa la scorsa estate proprio in occasione dei Mondiali, tramite spot televisivi, quotidiani nazionali e Internet, nella quale si pubblicizzava un’offerta di Illumia, attraverso il messaggio ‘Il futuro dell’Italia si gioca oggi'; come rilevato dall’Autorità, gli spot omettevano rilevanti informazioni sulle caratteristiche e la natura del servizio e si riportavano informazioni poco chiare circa la convenienza dell’offerta. Nella promozione, infatti, non si esplicitava che si trattava di una offerta nell’ambito del mercato libero in cui le condizioni economiche e contrattuali di fornitura sono concordate tra le parti e non fissate dall’Autorità per l’energia: aspetto che invece andrebbe sottolineato. Inoltre non si chiariva che il risparmio di circa 100 euro all’anno pubblicizzato nella campagna, non era legato alla tipologia del contratto o alle condizioni di fornitura proposte, ma bensì all’utilizzo di strumenti di efficienza energetica quali i LED”.






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!