venerdì, Aprile 19, 2024
0 Carrello
Attualità

Prevenzione sismica: incentivare la sicurezza strutturale

Sesta edizione della Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica, organizzata da Fondazione Inarcassa insieme al CNI e CNAPPC, è stata messa in luce l'importanza di investire nella prevenzione sismica

Prevenzione sismica: incentivare la sicurezza strutturale
406Visite

Durante la sesta edizione della Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica, organizzata da Fondazione Inarcassa insieme al CNI e CNAPPC, è stata messa in luce l’importanza di investire nella prevenzione sismica, con particolare enfasi sull’incentivazione fiscale per la sicurezza strutturale. Nello Musumeci, Ministro per la Protezione Civile e le Politiche del mare, ha espresso il desiderio di istituire un gruppo di lavoro con ingegneri e architetti per sviluppare linee guida efficaci nella riduzione del rischio sismico.

Sesta edizione della Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica, organizzata da Fondazione Inarcassa insieme al CNI e CNAPPC, è stata messa in luce l’importanza di investire nella prevenzione sismica

L’obiettivo principale dell’evento, tenutosi nella sala Capranichetta e sostenuto anche da Inarcassa, è stato quello di sensibilizzare istituzioni, politici e cittadini sull’importanza della prevenzione sismica in Italia. La giornata ha visto la partecipazione di figure autorevoli come Erica Mazzetti della Commissione Lavori Pubblici, Guido Castelli, Commissario Straordinario Sisma 2016, e Fabrizio Curcio, Capo della Protezione Civile, tra gli altri.

Come migliorare le politiche di riduzione del rischio sismico

Durante il panel tecnico, moderato dal giornalista RAI Gianluca Semprini, i relatori hanno discusso su come migliorare le politiche di riduzione del rischio sismico, focalizzandosi sui finanziamenti e i bonus edilizi come principali strumenti per la messa in sicurezza degli edifici.

Musumeci ha sottolineato la necessità di superare il ritardo culturale nell’approccio alla prevenzione strutturale in Italia, evidenziando l’importanza di aumentare la consapevolezza pubblica sul rischio sismico e di evitare la nascita di un’industria basata sulla ricostruzione post-sisma.

Il Presidente della Fondazione Inarcassa, Andrea De Maio, e Domenico Perrini, Presidente del CNI, hanno ribadito l’importanza di un approccio proattivo e sistematico alla prevenzione sismica, includendo la classificazione degli edifici e il monitoraggio costante. Hanno inoltre evidenziato la necessità di un Fascicolo del fabbricato per una conoscenza approfondita dello stato degli edifici.

Francesco Miceli, Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti PPC, ha enfatizzato l’importanza di correggere gli errori passati e di coniugare la prevenzione sismica con adeguati strumenti di agevolazione fiscale, sottolineando la necessità di una maggiore partecipazione dei cittadini nelle aree a rischio sismico più elevato.

Sei un ingegnere? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNI.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi