domenica, Luglio 21, 2024
0 Carrello
Edilizia

Ponti Termici: cosa sono, dove si presentano e come risolverli.

Ponti Termici negli edifici. Cosa sono, quali problemi possono causare e come eliminarli. Breve guida completa al fenomeno dei ponti termici.

Ponti Termici: cosa sono, dove si presentano e come risolverli.
1.19KVisite

I ponti termici sono zone in una struttura o di un edificio che hanno una maggiore conducibilità termica rispetto alle zone circostanti. Questo può causare dispersione di calore o infiltrazione di freddo, influenzando negativamente l’efficienza energetica dell’edificio e creando disagio termico per gli occupanti.

Ponti Termici negli edifici. Cosa sono, quali problemi possono causare e come eliminarli.

  1. Quali sono i problemi più importanti che può generare un ponte termico?
  2. Rischio condensa e muffa.
  3. Come risolvere il problema dei varchi termici in una casa?
  4. Vuoi ricevere una formazione approfondita sui fenomeni di dispersione termica che possono interessare l’involucro di un edificio?

I ponti termici possono verificarsi in diversi punti, della casa, come giunzioni tra pareti, soffitti e pavimenti, aree dove l’isolamento termico è compromesso o interrotto. Questi varchi, rappresentano e causano tutta una serie di problemi e pericoli che possono influenzare negativamente un edificio e i suoi occupanti. Queste zone, caratterizzate da una maggiore conducibilità termica rispetto alle aree circostanti, possono causare dispersione di calore, condensa e formazione di muffe, nonché un disagio termico generale.

Quali sono i problemi più importanti che può generare un ponte termico?

Uno dei principali pericoli associati ai ponti termici è la dispersione di calore. Questi punti deboli nella struttura consentono al calore prodotto all’interno dell’edificio di fuoriuscire più facilmente verso l’esterno. Di conseguenza, è richiesto un maggiore consumo di energia per riscaldare o raffreddare l’ambiente interno, aumentando i costi energetici e contribuendo agli impatti ambientali legati alla produzione di energia.

Rischio condensa e muffa.

La formazione di ponti termici possono portare alla formazione di condensa. Poiché l’aria calda all’interno dell’edificio entra in contatto con le superfici fredde dei ponti termici, l’umidità presente nell’aria può condensare, creando un ambiente favorevole alla crescita di muffe e funghi. Questa condizione può danneggiare la qualità dell’aria interna e rappresentare un rischio per la salute degli occupanti, causando allergie, irritazioni respiratorie e problemi di salute più gravi.

Un altro aspetto problematico dei ponti termici è il disagio termico. Poiché queste zone hanno una diversa conducibilità termica rispetto alle aree circostanti, possono creare differenze di temperatura all’interno dell’edificio. Questo si traduce in zone fredde o calde localizzate, che rendono l’ambiente meno confortevole e possono portare a un’elevata variabilità termica all’interno degli spazi abitativi. Ciò può comportare un aumento del consumo di energia per compensare il disagio e influire sulla qualità della vita degli occupanti.

Come risolvere il problema dei varchi termici in una casa?

Per risolvere il problema dei ponti termici, è necessario adottare diverse misure. Tra cui le principali sono:

  • Isolamento termico: È fondamentale migliorare l’isolamento termico nella zona interessata. Questo può comportare l’aggiunta di materiali isolanti, come schiume di poliuretano, pannelli isolanti o lana di roccia, per ridurre la conducibilità termica.
  • Interruzione termica: Se possibile, è consigliabile interrompere fisicamente il ponte termico utilizzando materiali isolanti tra le diverse componenti di una struttura per ridurre la trasmissione di calore.
  • Verifica del design: Durante la progettazione di un edificio, è importante prestare attenzione ai dettagli che potrebbero potenzialmente creare ponti termici. Un’attenta pianificazione e un’architettura ben progettata possono contribuire a prevenire o ridurre al minimo il rischio.
  • Controllo dell’umidità: L’umidità può aumentare la conducibilità termica dei materiali, aggravando i ponti termici. Mantenere adeguati livelli di umidità e utilizzare materiali resistenti all’umidità può contribuire a mitigare il problema.
  • Monitoraggio e ispezione: È importante condurre regolari ispezioni dell’edificio per identificare e risolvere eventuali problemi esistenti o potenziali. In questo modo, è possibile intervenire tempestivamente per limitare i danni.

Vuoi ricevere una formazione approfondita sui fenomeni di dispersione termica che possono interessare l’involucro di un edificio?

Scopri come fare con il Corso Ponti Termici in OFFERTA PROMO di UnioneProfessionisti.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi