venerdì, Luglio 12, 2024
0 Carrello
Attualità

Notifica all’AdE per crediti non sfruttati: Termine di 30 giorni

Crediti non Sfruttati? Notifica all'AdE entro 30 giorni dal momento in cui si è a conoscenza della circostanza che ha impedito l'utilizzo.

Notifica all'AdE per crediti non sfruttati: Termine di 30 giorni
634Visite

Nel recente DL Omnibus, si introduce un precetto secondo cui i detentori di crediti non ancora sfruttati, originati da trasferimenti o “riduzioni in fattura”, devono notificare l’Agenzia delle Entrate entro un mese dalla data di acquisizione della circostanza che ha causato la non utilizzazione.

  1. Novità Superbonus 110%
  2. Notifica all’AdE entro 30 giorni dal momento in cui si è a conoscenza della circostanza che ha impedito l’utilizzo.
  3. La mancanza o il ritardo nella notifica comporta una sanzione di 100 euro.
  4. Sei un ingegnere? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Crediti non Sfruttati? Notifica all’AdE entro 30 giorni dal momento in cui si è a conoscenza della circostanza che ha impedito l’utilizzo.

Il Decreto Omnibus, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.186 del 10 agosto 2023 – decreto-legge 10 agosto 2023, n. 104, dettaglia “Misure urgenti per la protezione dei consumatori in campo economico, finanziario e di investimenti chiave”, ratificato dal Consiglio dei ministri l’8 agosto.

Novità Superbonus 110%

Oltre a estendere, dal 30 settembre 2023 al 31 dicembre 2023, il periodo in cui i privati cittadini possono accedere al Superbonus 110% per le spese legate a lavori incentivati, su proprietà singole e unità abitative separate e indipendenti, che al 30 settembre 2022 avevano già completato almeno il 30% del progetto, l’atto, nell’articolo 25, integra normative riguardanti comunicazioni legate alle scelte previste dall’articolo 121, comma 1, punti a) e b) del Decreto Stimolo (decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 trasformato, con variazioni, nella legge 17 luglio 2020, n. 77).

Notifica all’AdE entro 30 giorni dal momento in cui si è a conoscenza della circostanza che ha impedito l’utilizzo.

L’art. 25 in questione impone ai detentori di crediti non sfruttati, derivanti da trasferimenti o “riduzioni in fattura”, di notificare l’Agenzia delle Entrate entro un mese dal momento in cui si è a conoscenza della circostanza che ha impedito l’utilizzo.

Questo avviso, non richiesto se il non utilizzo è dovuto al passaggio del tempo consentito per il suo sfruttamento, sarà elaborato secondo le indicazioni fornite in un documento specifico firmato dal direttore dell’Agenzia delle Entrate.

La mancanza o il ritardo nella notifica comporta una sanzione di 100 euro.

Queste norme saranno operative dal 1° dicembre 2023; se l’evento che ha causato l’inesigibilità del credito risale a prima del 1° dicembre di quest’anno, la notifica dovrà essere effettuata, allo stesso modo, entro il 3 gennaio 2024.

Sei un ingegnere? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNI.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi