venerdì, Marzo 1, 2024
0 Carrello
Attualità

Al Crollo di Pistoia bisogna rispondere con verifiche periodiche e fascicolo del fabbricato.

Angelo Domenico Perrini, Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, sottolinea l'importanza delle verifiche periodiche e dell'introduzione del Fascicolo del Fabbricato dopo il recente crollo avvenuto a Pistoia.

Al Crollo di Pistoia bisogna rispondere con verifiche periodiche e fascicolo del fabbricato.
271Visite

Il recente incidente presso l’ex convento di Giaccherino a Pistoia, che ha visto il crollo del solaio durante un matrimonio, ha sollevato nuovamente questioni critiche sulla sicurezza degli edifici in Italia. Angelo Domenico Perrini, a capo del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI), interviene sulla necessità di verifiche regolari e dell’implementazione del Fascicolo del Fabbricato per gli immobili.

  1. Fascicolo del fabbricato per prevenire altri crolli come a Pistoia
  2. Diagnosi preliminare degli edifici
  3. Sei un ingegnere? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Angelo Domenico Perrini, Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, sottolinea l’importanza delle verifiche periodiche e dell’introduzione del Fascicolo del Fabbricato dopo il recente crollo avvenuto a Pistoia.

L’Ex Convento di Giaccherino, una struttura storica risalente al XV secolo e trasformata in una location per eventi, è recentemente stato al centro dell’attenzione a causa di un grave crollo strutturale. La struttura, che ha ospitato una comunità francescana fino a due decenni fa, è stata acquisita da proprietari privati nel 2005 e trasformata in un luogo per eventi nel 2015, dopo un importante restauro conservativo.

La struttura, con la sua capacità di ospitare da 80 a 600 persone, è diventata una scelta popolare per eventi di vario genere, tra cui convegni, cerimonie e feste private. Tuttavia, un recente incidente ha messo in luce questioni critiche relative alla sicurezza degli edifici storici.

Il crollo di Pistoia evidenzia la necessità di un’attenta valutazione e di un constante monitoraggio delle strutture storiche, soprattutto quando subiscono cambiamenti significativi nella loro destinazione d’uso. Verifiche che secondo il CNI potrebbero essere supportate dalla corretta diffusione del Fascicolo del Fabbricato.

Secondo Perrini, la frequenza di tali incidenti evidenzia un problema sistemico nella gestione della manutenzione e sicurezza degli edifici, soprattutto quelli storici. Nonostante la fortuna di non aver avuto vittime in questo caso, l’evento richiede un’analisi approfondita delle cause e delle responsabilità.

Fascicolo del fabbricato per prevenire altri crolli come a Pistoia

Il CNI promuove da tempo l’introduzione del Fascicolo del Fabbricato, un documento che registrerebbe ogni intervento effettuato sugli edifici, fornendo così una cronistoria essenziale per la loro manutenzione e ristrutturazione. Questo strumento faciliterebbe l’identificazione di potenziali rischi strutturali, contribuendo alla prevenzione di futuri crolli.

Diagnosi preliminare degli edifici

Perrini sottolinea l’importanza di una diagnosi preliminare degli edifici, che permetterebbe di programmare adeguatamente gli interventi di manutenzione e di assicurare la sicurezza degli stessi. Inoltre, evidenzia l’esigenza di aggiornare le normative vigenti per estendere l’obbligo di monitoraggio anche agli edifici privati, molti dei quali richiedono interventi urgenti di manutenzione.

Il crollo di Pistoia rappresenta un caso emblematico che mette in luce la necessità di un approccio più sistematico e informato alla sicurezza edilizia. Con l’adozione del Fascicolo del Fabbricato e l’incremento delle verifiche periodiche, il CNI aspira a garantire un futuro più sicuro per il patrimonio edilizio nazionale.

Sei un ingegnere? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNI.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi