martedì, giugno 18, 2019
0 Carrello
Bandi

Servizi di coworking: voucher per sostenere percorsi imprenditoriali

Regione toscana: approvato l'avviso per l'assegnazione di voucher a supporto dell'auto imprenditorialità e del lavoro autonomo attraverso l'accesso agli spazi di co-working

Coworking, Imprenditorialità, lavoro autonomo: Regione Toscana
829Visite

È stato approvato l’avviso per l’assegnazione di voucher a supporto dell’auto imprenditorialità e del lavoro autonomo attraverso l’accesso agli spazi di co-working di cui all’elenco qualificato regionale per le annualità 2018, 2019 e 2020.

Gli elementi essenziali dell’avviso erano stati definiti con delibera di Giunta regionale n. 483 del 07/05/2018, come modificata dalla delibera n.520 del 17/05/2018. La Regione Toscana nell’ambito del progetto Giovanisì, riconosce il coworking come modalità di organizzazione del lavoro basata sulla condivisione di attrezzature, connessioni e spazi fisici per ottimizzare risorse e usufruire di opportunità utili di scambio di conoscenze, contatti e professionalità.

I destinatari dell’intervento sono liberi professionisti senza limite di età, titolari di partita IVA da non più di 12 mesi dalla data di presentazione della domanda di finanziamento, residenti e/o domiciliati in Toscana, appartenenti ad una delle seguenti tipologie:

  • soggetti iscritti ad albi di ordini e collegi

  • soggetti iscritti ad associazioni di cui alla legge 4/2013 e/o alla legge regionale n. 73/2008

  • soggetti iscritti alla Gestione Separata dell’INPS

Cosa finanzia il voucher. fino a massimo 3.000,00 euro per le spese di affitto della postazione di coworking, presente all’interno dello spazio di cui all’elenco qualificato regionale, per la durata minima di 6 mesi e massima di 12; fino a massimo 500,00 euro per le spese di viaggio, vitto e alloggio, qualora sia prevista una collaborazione presso uno spazio di coworking all’estero nei paesi della UE o in un’altra regione italiana da effettuarsi all’interno della durata del contratto di affitto.

Risorse disponibili e modalità di presentazione della candidatura. Euro 400.987,00 a valere sulle risorse del POR FSE 2014/2020, Attività A.1.1.2.B, comprendente le annualità del PAD 2018, 2019 e 2020 sul bilancio di previsione 2018-2020 e in attuazione della DGRT 483 del 07/05/2018 e s.m.i.

Le domande di finanziamento sono presentate nelle modalità di cui all’articolo 7 dell’avviso e nei seguenti periodi:

  • 2018

    dal 1 al 31 luglio

    dal 1 al 31 dicembre

  • 2019

    dal 1 al 30 aprile

    dal 1 al 31 dicembre

  • 2020

    dal 1 al 30 aprile

    dal 1 al 31 dicembre

La candidatura deve essere trasmessa tramite l’applicazione “Presentazione Formulario on line per interventi individuali”
L’accesso al sistema on line può avvenire tramite:

  • il sistema SPID (Sistema Pubblico di identità digitale).

  • la propria carta nazionale dei servizi (CNS) abilitata.

In questo caso si ricorda che il candidato può utilizzare la propria tessera sanitaria abilitata o un certificato digitale rilasciato da una certification authority riconosciuta. E’ necessario un lettore smart card.
Una volta eseguita la compilazione del formulario occorre allegare in formato zip e tramite lo stesso sistema on line, i documenti indicati puntualmente nell’articolo 8 dell’avviso debitamente compilati, firmati e scannerizzati in formato pdf.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi