sabato, Giugno 15, 2024
0 Carrello
Edilizia

Wavin Italia protagonista con le sue soluzioni Indoor Climate della riqualificazione di una villa di pregio a Viareggio!

Una soluzione per la climatizzazione invernale ed estiva che permettesse di sfruttare nel migliore dei modi i benefici offerti dall’applicazione del cappotto termico esterno. Case Study Wavin.

Wavin Italia protagonista con le sue soluzioni Indoor Climate della riqualificazione di una villa di pregio a Viareggio!
1.5KVisite

Individuare una soluzione per la climatizzazione invernale ed estiva che assicurasse il massimo comfort abitativo e che permettesse di sfruttare nel migliore dei modi i benefici offerti dall’applicazione del cappotto termico esterno.

Questo il principale input che il proprietario di una villetta di pregio a Viareggio ha fatto pervenire alla Termocastelli Snc, partner del Progetto WIN di Wavin Italia, nell’ambito dell’intervento di riqualificazione dell’immobile. La committenza ha inoltre accettato d’integrare l’impianto con un sistema di ventilazione meccanica controllata ad alta efficienza, in grado di assicurare aria sempre pulita in ogni stagione.

La prima sfida che l’impresa si è trovata ad affrontare è stata quella di progettare il rifacimento del sistema per il riscaldamento e il raffrescamento, tenendo conto delle caratteristiche architettoniche della villa e della necessità di mantenere inalterata una parte dell’impianto esistente in una porzione dell’immobile servita da fan-coil. La scelta è ricaduta su una soluzione mista, caratterizzata dall’abbinamento tra pannelli radianti a soffitto e a parete.

Nello specifico, per il piano terra della villa è stato preferito il sistema a controsoffitto Wavin CD-4, l’unico presente sul mercato a consentire la produzione della superficie radiante attiva commisurata ai carichi termici di ogni singola stanza. I suoi pannelli sono caratterizzati da una larghezza di 350 mm, con un interasse di posa di 400 mm (+67 mm), e da lunghezze multiple di 200 mm (a partire da 1.000 mm e fino a 5.000 mm). Rispetto ad altre soluzioni affini, con Wavin CD-4 l’installazione delle superfici radianti, la loro connessione e il collaudo impianto avvengono pima della posa delle lastre di finitura, favorendo la netta separazione delle due fasi di lavorazione ed evitando dispendio di tempo e risorse.


Al primo piano, complice l’altezza del soffitto più bassa e l’impossibilità di realizzare un controsoffitto per l’applicazione del sistema Wavin CD-4, la Termocastelli ha scelto di utilizzare due diverse tipologie di soluzioni radianti a parete che offrono una resa termica più elevata rispetto ai corrispettivi impianti a pavimento alimentati con acqua alla stessa temperatura. Wavin WD-10i è un sistema a controparete con una struttura di supporto costituita da profili a C verticali con interasse di 60 cm, sulla quale vengono fissati i pannelli “sandwitch” in cartongesso con isolante in EPS (spessore complessivo di 42 mm) che devono essere necessariamente sollevati dal pavimento almeno di 30 cm. Nelle camere da letto, in cui per questioni di mancanza di spazio era impossibile predisporre una controparete, è invece stato utilizzato il sistema sotto intonaco Wavin WW-10. Questa soluzione si caratterizza per la massima versatilità di posa, dato che le tubazioni vengono applicate direttamente sulla parete senza prevedere alcuna installazione di pannelli. Il risultato è una superficie finita con uno spessore totale dell’intonaco di soli 23 mm.

Per garantire un confort abitativo ottimale all’interno di tutte le stanze della villa, con conseguente eliminazione di numerose sostanze inquinanti e prevenzione della formazione di muffa, la Termocastelli ha optato per l’utilizzo di un sistema di ventilazione meccanica controllata da affiancare all’impianto di riscaldamento e raffrescamento, gestito attraverso un’unica interfaccia. In considerazione degli spazi di installazione molto ridotti, la scelta è ricaduta sull’unità di VMC Wavin Ventiza HP ad alte prestazioni. La sua costruzione e la scelta dei componenti rendono infatti la macchina così silenziosa (potenza sonora di 45dB certificata in laboratorio) da rendere superflua l’installazione di silenziatori aggiuntivi, garantendo dunque un risparmio di circa 60 cm. L’unità è dotata di scambiatore di calore di tipo sensibile in controcorrente in polipropilene, di serranda di by-pass automatico e vasca di raccolta della condensa. Il ricambio dell’aria (portata nominale di 126 mc/h e massima di 180 mc/h) è invece garantito da ventilatori a portata costante di tipo centrifugo a pale avanti dotati di motori elettronici EC brushless ad elevata efficienza e basso livello sonoro. Completano la dotazione un filtro Coarse 60% (G4) + ISO ePM1 60% (F7) a basse perdite di carico per l’aria di rinnovo e un filtro Coarse 60% per l’aria di estrazione.


L’intero impianto è inoltre gestito da Sentio, l’innovativo sistema di controllo sviluppato da Wavin Italia che permette di ottimizzare l’installazione e l’utilizzo sia delle soluzioni per il riscaldamento che per la ventilazione meccanica. Le sonde ambiente dislocate nei vari locali sono discrete, pratiche e danno la possibilità di visualizzare sia i livelli di temperatura che di umidità, regolando anche l’intensità della luminosità in base alle necessità dell’ambiente circostante. Le impostazioni, i programmi e gli orari possono invece essere modificati da remoto in maniera semplicissima tramite l’App Sentio, scaricabile gratuitamente da Google Play e App Store.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi