lunedì, luglio 23, 2018
0 Carrello
Attualità

Sarà intitolato a Galileo Ferraris il dipartimento energia del PoliTO

Il Dipartimento Energia del Politecnico di Torino sarà intitolato allo scienziato italiano Galileo Ferraris.

209Visite

Il Dipartimento Energia del Politecnico di Torino sarà intitolato allo scienziato italiano Galileo Ferraris. La data della cerimonia di intitolazione coincide con due importanti ricorrenze della vita dello studioso: il 170° anniversario della nascita e il 120° della morte.

Galileo Ferraris ? nato a Livorno Piemonte, oggi Livorno Ferraris in suo onore – si occupava di processi di conversione dell’energia, ma mostrava un’attenzione particolare al miglioramento del benessere comune, fin da quando, nella sua tesi di laurea, progettava di portare l’energia «nelle città e nelle case della gente». Per queste ragioni Galileo Ferraris incarna il modello di scienziato moderno, saldo nelle conoscenze di base ma, allo stesso tempo, aperto alla multidisciplinarità e all’impegno a servizio della società. Ingegnere civile e professore di fisica tecnica, Ferraris ha cambiato per sempre il nostro modo di vivere, scoprendo, nel 1885, il campo magnetico rotante, con il quale ha fondato le basi della conversione elettromeccanica dell’energia e ci ha permesso di costruire motori che, senza rendercene conto, utilizziamo quotidianamente quando accendiamo un elettrodomestico, prendiamo l’ascensore o viaggiamo con un treno ad alta velocità.

Galileo Ferraris insegnò al Politecnico di Torino e Alberto Tenconi, Direttore del Dipartimento Energia, così motiva la decisione del suo Dipartimento: “Il Dipartimento Energia nasce nel 2012, raccogliendo in un’unica struttura di ricerca e didattica le conoscenze del prodotto energia nelle sue diverse forme (termica, elettrica e nucleare) e nelle principali applicazioni (dalla generazione alla conversione, dai trasporti alle applicazioni industriali e del costruito). Nell’era della sostenibilità, intesa come imperativo morale a perseguire modelli di sviluppo in grado di assicurare il benessere presente senza compromettere quello delle generazioni future, la figura dello scienziato, dell’uomo e dell’amministratore pubblico Galileo Ferraris rappresenta un esempio altissimo della tradizione scientifica al servizio del progresso inteso nel suo senso più nobile. Abbiamo quindi ritenuto non vi fosse modo migliore per indicare alle prossime generazioni di ricercatori come la missione più alta del Dipartimento stia nel promuovere la fertile integrazione di saperi diversi per lo sviluppo, la condivisione e il trasferimento di nuova conoscenza finalizzata alla sostenibilità energetica dei nostri modelli di crescita”.

“Come già testimonia sua tesi di laurea, Galileo Ferraris è stato animato dalla volontà di rendere fruibile l’energia a tutti: in primis, nei suoi studi, nelle case pensando così di poter rivoluzionare anche il modello di lavoro, che oggi chiamiamo home working. Leggendo i suoi scritti si resta impressionati dall’attualità del suo pensiero e delle sue scoperte”, conclude Stefano Corgnati, Vice Rettore per la Ricerca.

 

Prendendo le mosse dal passato delle radici scientifiche dell’Ateneo, l’obiettivo del Dipartimento e dell’Ateneo è quello di rivolgersi al futuro della transizione energetica, nello scenario dell’Unione (anche energetica) Europea: non a caso, la cerimonia di intitolazione avrà come ospite d’onore Giovanni De Santi, Direttore della Direzione Sustainable Resource del Joint Research Centre della Commissione Europea, che è intervenuto sul tema “Energia e sviluppo sostenibile sul prossimo Programma Quadro della Commissione Europea”.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi