sabato, Aprile 4, 2020
0 Carrello
Attualità

Con 120 casi di cronaca riportati nel 2019 il solaio si conferma l’elemento più critico

Per il 2019 l’Osservatorio Solai ha analizzato 262 casi di cronaca che riguardavano episodi in cui la sicurezza degli edifici è stata messa a rischio: di questi ben il 55% ha rilevato come i solai siano sempre l’elemento più colpito.

Osservatorio Solai. il solaio si conferma l’elemento più critico
217Visite

Anche per il 2019 l’Osservatorio Solai di Sicurtecto Srl ha analizzato i casi di cronaca, riportati sulle testate giornalistiche, con al centro le patologie più diffuse che interessano gli edifici. Ormai da qualche anno si sta rilevando come i rischi all’interno dei fabbricati stiano crescendo: per questo è di fondamentale importanza capire quali elementi vengono colpiti per poter intervenire e garantire così la sicurezza degli ambienti, ma soprattutto delle persone.

Anche nel 2019 il solaio è stato l’elemento più colpito

Per il 2019 l’Osservatorio Solai ha analizzato 262 casi di cronaca che riguardavano episodi in cui la sicurezza degli edifici è stata messa a rischio: di questi ben il 55% ha rilevato come i solai siano sempre l’elemento più colpito, con 145 casi registrati di distacco o crollo: una percentuale che conferma la tendenza registrata negli ultimi anni.

Nel 2019 il 55% dei casi riportati riguarda lo stato di salute dei solai

Andando nello specifico lo sfondellamento ed il distacco di intonaco rimangono le problematiche più diffuse, sebbene i problemi strutturali siano in leggero aumento. Degli episodi che interessano i solai, ben l’83% si riferisce a problemi non strutturali, mentre il 17% riguarda problemi strutturali all’impalcato.

Vulnerabilità solai: il più diffuso è lo sfondellamento

Con il termine “sfondellamento” si intendono sia il distacco e la caduta del solo intonaco di finitura, sia il distacco e la caduta anche delle cartelle inferiori delle pignatte.

Il fenomeno veniva in passato sottovalutato, poiché non pregiudica le componenti strutturali del solaio e quindi la sua stabilità, ma oggi è riconosciuto come evento pericoloso, soprattutto per l’incolumità delle persone. Si pensi che 1 mq di intonaco può pesare fino a 72 kg, laddove lo strato di finitura è molto spesso. Se il crollo, invece, coinvolge anche il distacco delle pignatte il peso aumenta e può raggiungere anche i 93 kg per singolo mq.

Parlando di problemi strutturali, invece, le testate giornalistiche hanno riportato solo gli episodi più gravi in cui è avvenuto il collasso del solaio, ma numerosi sono i casi non registrati in cui l’impalcato presenta degradi meno gravi alle componenti strutturali, che non vanno sottovalutati: come ad esempio la perdita di rigidezza, che va a danneggiare il comportamento strutturale del solaio.

Problemi ai Solai: non solo un rischio per la sicurezza

I fenomeni di sfondellamento e distacco di intonaco non sono solo un pericolo per la sicurezza dell’edificio, ma nel 28% dei casi è stato necessario anche chiudere parzialmente o totalmente i fabbricati e spostare le attività presenti. Dove ad essere coinvolti dai crolli sono uffici che offrono dei servizi o scuole, il disagio segnalato è stato considerevole: è stato necessario, infatti, trasferire le attività ed un grande numero di persone in altri ambienti. Nel 28% dei casi sono stati chiusi gli edifici e le attività spostate

Quali sono gli edifici maggiormente colpiti dal fenomeno dello sfondellamento

Analizzando le tipologie edilizie maggiormente colpite dallo sfondellamento, il 41% coinvolge strutture di proprietà pubblica (scuole, uffici comunali, biblioteche, ecc…), seguiti dal 30% di edifici residenziali, 7% di edifici aperti al pubblico (banche, assicurazioni, cinema, centri commerciali, teatri ed altri luoghi ad alta frequentazione, ecc…) e 4% di strutture sanitarie.

È naturale che la maggior parte dei casi di sfondellamento si riferisca ad edifici di proprietà pubblica, poiché sono quelli che più vengono riportati sulle testate giornalistiche, mentre non tutti i casi legati all’edilizia privata vengono segnalati. Gli edifici aperti al pubblico sono quelli più coinvolti dalle patologie dei solai.

Come garantire la messa in sicurezza dei solai

Garantire la sicurezza è possibile attraverso interventi certificati. Come l’Osservatorio Solai evidenzia, i problemi legati al solaio sono ancora i più diffusi nel costruito, per questo è importante mettere in sicurezza gli edifici.

La prima regola è quella di scegliere soluzioni certificate ed assicurate, che diano garanzie di reale efficacia. Solo così i professionisti possono tutelare le proprie scelte di manutenzione ed avere la certezza di eseguire un intervento valido, che protegga in modo definitivo dai crolli.

Le soluzioni per mettere in sicurezza i solai

A tal proposito Sicurtecto Srl propone soluzioni di messa in sicurezza dei solai sia per patologie strutturali che non strutturali. Grazie ai 30 anni di specializzazione nello studio dei degradi dei solai, l’azienda ha sviluppato sistemi ed interventi certificati in grado di garantire la protezione definitiva dei solai, attraverso interventi agevoli.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi