venerdì, Aprile 12, 2024
0 Carrello
Ambiente

In arrivo dalla Germania una turbina eolica galleggiante

La turbina eolica galleggiante sviluppata dalla società tedesca Gicon, è in grado di raggiungere un costo dell'elettricità per fonte inferiore a 10 cent/kWh.

2.01KVisite

Una turbina eolica per risolvere il problema energetico europeo? Dalle prime dichiarazione la Germaniam sembra aver preso questa strada. L’energia eolica offshore è infatti una delle frontiere tecnologiche sicuramente più interessanti da esplorare.

Ad oggi, però, la costruzione di classiche turbine eoliche off-shore è associata a enormi sfide tecniche, ambientali e finanziare, per questo il mercato  non è ancora riuscito ad affermarsi in tutto il suo potenziale. Per far si che le tecnologia eolica offshore si sviluppi è essenziale in primo luogo riuscire a ridurre al minimo i costi e rischi per gli addetti ai lavori.

In secondo luogo invece è fondamentale che la tecnologia sviluppi una turbina eolica galleggiante da posizionare su acque più profonde con venti che hanno rese elevate e il più possibile omogenee, dal momento che le aree disponibili convenzionali sono già ampiamente utilizzate.

Proprio la sfida che è stata affrontata dalla tedesca Gicon.

Da questi presupposti è infatti nata l’idea per l’installazione e il funzionamento di una grande turbina eolica galleggiante, per cui sono in corso in queste ore le ultime definizioni, nel Mar Baltico.

La piattaforma per l’energia eolica è rinforzata con cavi ancorati sul fondo dell’oceano e presenta una galleggiabilità maggiore rispetto al suo peso, così da garantire la tensione della fune costante e un livello di stabilità che è equivalente ad un convenzionale fisso.

L’intera struttura della turbina eolica, compresa torre e turbina, è completamente assemblata in porto e poi collegata al sito di distribuzione senza bisogno d’altro. Questo fa sì che i costi si riducano. L’installazione è anche meno invasiva rispetto all’ambiente, soprattutto per quanto riguarda l’impatto acustico sull’ambiente marino che può essere evitato o comunque significativamente ridotto.

 

Un progetto innovativo che si sviluppa su un piano parallelo ma allo stesso tempo profondamente differente rispetto ai progetti  su cui stanno puntando gli Stati Uniti d’America.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi