• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Professionisti

Come rafforzare la sicurezza delle reti energetiche

Rafforzare la sicurezza e la capacità di risposta delle reti energetiche e superare le criticità provocate da eventi naturali, guasti, errori umani.

 


Come rafforzare la sicurezza delle reti energetiche

Rafforzare la sicurezza e la capacità di risposta delle reti energetiche e superare le criticità provocate da eventi naturali, guasti,  errori umani. E’ l’obiettivo al quale sta lavorando l’ENEA con alcuni gestori di reti energetiche europee.

Tra i partecipanti al progetto ENEA, il TSO norvegese Lyse, diversi istituti di ricerca e università straniere e operatori delle reti energetiche elettriche, idriche e delle tlc di Israele. Per l’Italia il partner selezionato dall’ENEA è la SELEX, appartenente al Gruppo Finmeccanica.

Ad oggi i risultati ottenuti per rendere disponibile ai gestori di  infrastrutture ‘critiche’ ma anche delle amministrazioni locali e  la Protezione civile un DSS, Decision support system, ovvero un sistema di monitoraggio continuo e di supporto alle decisioni  in caso di crisi, sono stati presentati nel corso di un workshop all’ENEA a Roma al quale hanno partecipato esperti delle Università di Coimbra, del Surrey,  di Roma Tre.

 “A fronte di evento naturale avverso, di guasti o anche di attacchi informatici” ha affermato il ricercatore ENEA specializzato in reti energetiche, Michele Minichino “il buon funzionamento e la capacità di gestione dell’evento sono fondamentali per non mandare in tilt tutto il sistema. Inoltre, l’ingente produzione da  fonti rinnovabili e l’evoluzione verso le smart grids rendono  più ‘vulnerabile’  il sistema” Un concetto che in paesi dalla criticità elevata come quello italiano risultano di facilissima comprensione.

Come rafforzare le reti energetiche

 

Per meglio studiare il progetto, l’ENEA sta realizzando un  centro di simulazione distribuito tra la Casaccia, Palermo e Bari  dove sarà possibile rappresentare ed eseguire  scenari di pianificazione e di esercizio  di reti energetiche elettriche attive, rete idrica, rete del gas.

 

Le attività in questo settore sono iniziate diversi anni fa con il progetto europeo MICIE e stanno proseguendo con il nuovo progetto, CockpitCI incentrato sulla cyber security:l'obiettivo è il rilevamento precoce, l'analisi e la mitigazione degli attacchi informatici al fine di migliorare l'efficienza, la resilienza e la QoS delle CIe di mitigare disastrosi effetti domino. Uno studio che nell’era delle Smart city e delle infrastrutture di rete diffuse risulterà di fondamentale importanza per aumentare la sicurezza di milioni di cittadini e   imprese. 






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!