• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Professionisti

Nasce il Nucleo tecnico Nazionale

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che istituisce il Nucleo tecnico nazionale

 


Nasce il Nucleo tecnico Nazionale

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 243 del 18 ottobre 2014 il decreto del presidente del Consiglio dei ministri dell’8 luglio 2014 che istituisce il Nucleo tecnico nazionale per il rilievo del danno e la valutazione di agibilità nell’emergenza post-sismica.

Obiettivo dell’istituzione del Nucleo tecnico nazionale è precisamente quella di migliorare il sistema di gestione delle operazioni tecniche nell’emergenza post-sismica.

Un arco di tempo quello post sisma caratterizzata da grande tensione e un eccesso di problemi. La nascita del Nucleo tecnico Nazionale vuole garantire maggiore efficienza soprattutto nelle procedure di mobilitazione di tecnici formati.

Il Nucleo tecnico nazionale è infatti costituito da un Elenco nazionale di tecnici, in cui potranno confluire gli elenchi istituiti dalle Regioni e quelli gestiti dal Dipartimento nazionale della Protezione Civile, e da altri soggetti istituzionali coinvolti in emergenza in attività tecniche. In questo modo, viene favorita la realizzazione in tempi più rapidi dei rilievi dei danni e della valutazione di agibilità delle costruzioni dopo un terremoto, così da agevolare il rientro della popolazione nelle proprie abitazioni, ridurre i disagi e gli ulteriori possibili danni.

La composizione, i requisiti per l’iscrizione, le modalità di gestione e coordinamento, le modalità di attivazione e di impiego, gli oneri finanziari, le coperture assicurative e le responsabilità dei tecnici coinvolti sono disciplinati dallo stesso istitutivo del Nucleo tecnico nazionale.

Lo stesso decreto numero 243 pubblicato il 18 Ottobre  oltre istituire ufficialmente il Nucleo tecnico nazionale , prevede anche una versione aggiornata degli strumenti da utilizzare per svolgere le verifiche di agibilità in emergenza post-sismica.

Viene quindi aggiornata la cosiddetta “Scheda Aedes£ utilizzata per il rilevamento dei danni, e stabilire i lavori di pronto intervento e agibilità per edifici ordinari nell’emergenza post-sismica” .

 

 






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!