• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri

Edison inaugura il nuovo Centro di Ricerca e Sviluppo di efficienza energetica

Edison inaugura il nuovo Centro di Ricerca Innovazione e Sviluppo a Trofarello , un’eccellenza italiana per individuare soluzioni innovative nell’ambito dell’efficienza energetica

 


Edison inaugura il nuovo Centro di Ricerca e Sviluppo di efficienza energetica

Edison inaugura il nuovo Centro di Ricerca Innovazione e Sviluppo a Trofarello , un’eccellenza italiana per individuare soluzioni innovative nell’ambito dell’efficienza energetica, la sicurezza ambientale e lo sviluppo delle attività del gruppo. Nei giorni scorsi il taglio del nastro del Laboratorio Idrocarburi, che è composto dalla sezioni di Geochimica, Geomeccanica e Petrofisica, tutte dotate di strumenti all’avanguardia per lo sviluppo di particolari spugne in grado di pulire il mare, algoritimi sempre più efficaci nello studio delle rocce che contengono gas e petrolio e nell’acquisizione di immagini in 3D.

“Le attività di ricerca, sviluppo e innovazione nel settore dell’efficienza energetica, sono per Edison uno strumento essenziale e strategico per affrontare le nuove sfide in campo energetico “ ha affermato Bruno Lescoeur, Amministratore Delegato di Edison “l’evoluzione dello scenario di riferimento e la diversificazione delle attività di business pongono nuove sfide a cui il nuovo Centro di Ricerca intende rispondere coniugando efficienza e sostenibilità”.

“Con il Laboratorio Idrocarburi” aggiunge inoltre Claudio Serracane, direttore Research Development & Innovation di Edison “ampliamo e completiamo lo spettro delle nostre attività di ricerca nei diversi settori dell’energia: dalla ricerca ed esplorazione di petrolio e gas all’autoproduzione di energia elettrica, dai sistemi di stoccaggio al monitoraggio dei consumi di elettricità e gas”.

Come sarà strutturata l’attività di ricerca nei nuovi laboratori di Trofarello?

nei nuovi laboratori dell’area idrocarburi, realizzati grazie anche alle competenze del Politecnico di Torino e dell’Università di Milano-Bicocca, l’attività di ricerca è appena iniziata, ma i risultati non si faranno sicuramente attendere

in quello di Geochimica invece i ricercatori,  in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia (ITT) - stanno lavorando alla messa a punto di spugne costituite da materiali nanostrutturati per assorbire gli agenti inquinanti dall’acqua del mare

in quelli di Geomeccanica e Petrofisica si stanno tagliando e campionando le rocce per studiare le proprietà dei giacimenti di gas e olio e sviluppano modelli numerici sempre più efficaci per cercare di prevedere il comportamento delle rocce serbatoio e acquisire immagini in 3D.

E sul fronte delle energie rinnovabili invece?

Sul fronte delle energie rinnovabili, Edison sta sviluppando nel laboratorio Energy Storage particolari sistemi di stoccaggio dell’energia solare, collegati a vetrate ricoperte di film sottili per l’autosostentamento elettrico degli edifici. Mentre nella direzione dell’efficienza energetica, si sta muovendo anche un altro laboratorio, quello Fuel Cell, dove i ricercatori studiano come migliorare il materiale elettrolitico ceramico per le celle di cogeneratori che sono in grado di produrre energia elettrica per i consumi domestici direttamente dal gas di casa.

 






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!