• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

Expo 2015: a Milano il bike sharing diventa elettrico

In occasione dell’imminente Expo 2015 Milano vedrà nascere il primo bike sharing al mondo che unirà bici tradizionali ed elettriche.

 


Expo 2015: a Milano il bike sharing diventa elettrico

Con il bike sharing integrato Milano diventa, in vista dell’Expo 2015,  leader mondiale della mobilità ciclabile grazie. BikeMi, coinvolgerà ben 3600 biciclette ad energia mista. Le bike del progetto infatti utilizzeranno sia la propulsione tradizionale che quella elettrica. Ognuna delle 206 stazioni, a cui se ne aggiungeranno altre 70, sarà dotata di entrambi i modelli, con diversi costi di utilizzo.

Avviato nel dicembre del 2008, BikeMi conta già 30mila abbonati annuali. Dall’inizio del 2015 sono già 4.220 quelli sottoscritti,  quasi il 40% in più rispetto ai primi due mesi e mezzo del 2014, quando gli annuali acquistati erano stati 3.018. Una crescita che in tanti attribuiscono alla costante e secondo alcuni asfissiante comunicazione green legata al prossimo Expo 2015 che il primo maggio aprirà finalmente i suoi tanti contestati cancelli.

Tra le caratteristiche più interessanti delle bici elettriche di BikeMi che i milioni di turisti in arrivo nel capoluogo meneghino per l’Expo 2015 potranno testare:

- autonomia  di circa 60 kilometri;

- serrature antivandalo e antifurto;

- rilevatore Gps, utile in caso di smarrimento o furto, per inviare dati sulla localizzazione o lo stato della carica della batteria.

Mentre le stazioni di BikeMi saranno dotate di diverse innovazioni tecnologiche che strizzano l’occhio, e confermano le tendenze per il 2015 , alla domotica applicata:

- display touch screen con informazioni in dieci lingue;

- informazioni sullo status della batteria della bici elettrica: se scende sotto il 30 per cento la bici non sarà prelevabile finché non arriverà un tecnico a sostituirla (le ricariche avvengono tramite pannelli solari);

- tecnologia NFC e QR Code sulla colonnina della stazione per scaricare l’App ufficiale di BikeMi;

- possibilità da remoto di controllare, gestire e aggiornare le stazioni.

 A disposizione degli utenti inoltre, un applicazione per smartphone, dove sarà possibile ottenere  informazioni utili come la mappa con bici e stalli liberi, il tempo di utilizzo, quanta Co2 si è risparmiata pedalando anziché guidando.

 

Il vero test sarà sicuramente quello dell’Expo 2015, dove i temi della sostenibilità saranno il vero leit motiv della manifestazione. 






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!