• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

Nanotecnologie d’avanguardia per il Politecnico di Milano

Inaugurato, Polifab, il nuovo centro per le micro e nano-fabbricazioni del Politecnico di Milano.

 


Nanotecnologie d’avanguardia per il Politecnico di Milano

Polifab è un centro all’avanguardia creato dal Politecnico di Milano per fornire le tecnologie necessarie allo sviluppo di applicazioni in fotonica, micro e nanoelettronica, biotecnologie con l’integrazione di materiali avanzati e nanotecnologie.

Il nuovo centro di ingegneria del Politecnico di Milano, dal costo di circa 6 milioni di euro, è dotato di una cleanroom per la costruzione di sistemi di tecnologia avanzata, ed è situato nel Campus Leonardo in Via Colombo. Polifab avrà la duplice missione di sostenere e promuovere le attività di ricerca dell’Ateneo e facilitare collaborazioni e sinergie con enti di ricerca esterni e con il mondo industriale.

“Polifab rappresenta per il Politecnico di Milano” ha affermato il rettore di PoliMI Giovanni Azzone “un nuovo tassello per dialogare sempre più con l’esterno e il mondo industriale in particolare la sua missione è la ricerca che il nuovo sistema di laboratori porterà avanti in settori strategici per il Paese. Qui lavorerà una comunità eterogenea di ricercatori che collaboreranno a progetti interdisciplinari: ingegneri, fisici, chimici, matematici e biologi”

Come si svilupperò il lavoro di ingegneri e ricercatori all’interno del nuovo laboratorio del Politecnico di Milano ?

Al centro Polifab i ricercatori avranno più possibilità di concretizzare le loro idee e creare dispositivi ad altissimo livello tecnologico e, soprattutto, di piccolissime dimensioni. I ricercatori che si intendono di nanotecnologia, nanoelettronica, nanomagnetismo, fotonicaed altro ancora, avranno a disposizione tutti gli strumenti necessari per creare i nuovi dispositivi del futuro e realizzare strutture microscopiche tridimensionali alla base di nuovi prodotti, si depositano film sottili magnetici, si fa litografia ottica ed elettronica.

La notizia, resa pubblica dallo stesso Politecnico di Milano, conferma l’ateneo meneghino come uno dei poli d’eccellenza per l’ingegneria tecnologica italiana “siamo l’unica infrastruttura pubblica che permetterà di fare ricerca all’avanguardia nel campo delle microtecnologie in Lombardia” ha affermato non senza un pizzico di soddisfazione il rettore Azzone “con questo progetto confermiamo quanto di buono stiamo facendo nel campo della tecnologia e andiamo a posizionarci sul livello di altre due strutture italiane, il Politecnico di Torino e la Fondazione Bruno Kessler di Trento, ad oggi uniche realtà dotate di strumenti e progetti simili”.






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!