• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Professionisti

Come pianificare le emergenze

Come prevenire e come operare nel corso delle emergenze

 


Come pianificare le emergenze

Le strategie preventive nell’ambito di gravi emergenze includono la redazione dei Piani di emergenza, da riformulare necessariamente secondo il principio dell’inclusione sociale sancito dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità»: di questo e molto altro si è parlato l’11 novembre ad Ascoli Piceno, nel corso dell’importante convegno nazionale sul tema “Emergenze e fragilità”, patrocinato dalla FISH.

L’Italia è un territorio soggetto a rischi di varia natura.

l dissesto legato ai rischi idrogeologici e ai terremoti è solo una piccola parte delle emergenze che quotidianamente l’Italia è costretta ad affrontare.  

Emergenze spesso vecchie di secoli ma nella realtà quello della gestione della fragilità è un argomento relativamente nuovo e di grande rilevanza all’interno del contesto emergenziale.

Le strategie preventive nell’ambito delle emergenze includono la redazione dei relativi Piani Comunali, Intercomunali, Provinciali e Regionali, che devono necessariamente essere riformulati secondo il principio dell’inclusione sociale sancito dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità e in tal senso il ruolo dei tecnici è fondamentale, sia nella redazione di tali strumenti che nel progetto di edifici e del territorio per i quali accessibilità e sicurezza diventino requisiti determinanti per la riduzione del rischio nell’ambito di un’emergenza.

Al convegno hanno partecipato la dottoressa Elisabetta Schiavone dell’Ordine degli Architetti di Ascoli Piceno, Mauro Malizia, ingegnere, comandante dei Vigili del Fuoco di Ascoli, Stefano Zanut, architetto del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, Susanna Balducci, ingegnere della Protezione Civile della Regione Marche , Cristiano Cozzi, emergency manager dell’Unità Grandi Emergenze della Regione Lombardia , Antonio Zuliani, psicologo, delegato nazionale del Servizio Psicosociale della Croce Rossa Italiana, Cristina Perozzi, avvocato della Croce Rossa Italiana, delegato della Regione Marche per il Diritto Internazionale Umanitario, Giampiero Griffo, membro dell’Esecutivo Mondiale di Disabled Peopoles’ International.

 

 






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!