• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

Una tenda ecosostenibile per favorire la vita nel deserto

Una tenda ecosostenibile progettata per i rifugiati, che crea energia e recupera acqua piovana

 


Una tenda ecosostenibile per favorire la vita nel deserto

Una tenda ecosostenibile che riesce a produrre autonomamente acqua e elettricità, si aggiunge alla famiglia dei progetti per dotare di una casa i rifugiati e le persone che hanno perso la propria abitazione in seguito ad una calamità o a seguito del disgregarsi delle entità statali nordafricane o sub sahariane.

Un  progetto di ingegneria umanitaria ecosostenibile potremo definirlo, un idea su cui lavorano università, aziende e organizzazioni che ogni anno propongono soluzioni sostenibili per vivere in climi estremi.

Come è composta, in che modo si struttura, la tenda ecosostenibile progettata per favorire la vite nei climi torridi?

La tenda ecosostenibile è composta da un tessuto tecnico strutturale ispirato alle lanterne cinesi, e nella parte sommitale ospita una piccola cisterna adatta a raccogliere l’acqua piovana. La base del diametro invece, della dimensione di cinque metri permette di abitare in uno spazio di due metri di altezza provvisto di energia elettrica, energia prodotta dallo stesso tessuto solare della tenda.

In che viene prodotto l’elettricità e garantito l’aspetto ecosostenibile della tenda?

L’elettricità viene stoccata in batterie per illuminare la tenda ecosostenibile durante la notte e ricaricare dispositivi. Due fori nella struttura invece servono a favorire l’effetto camino e ventilare naturalmente l’abitazione.L’apertura è una fessura per farsi spazio nell’involucro e l’intero progetto è disegnato per adattarsi alle esigenze degli abitanti e rendere la vita dei rifugiati il meno scomoda possibile.

 

La tenda ecosostenibile progettata e realizzata dall’artista e designer Abeer Seikaly è un progetto grazie al quale i profughi potranno creare piccoli villaggi sostenibili in cui ricreare rapporti personali, abitudini, usanze in chiave green, un vero e proprio capolavoro di ingegneria ecosostenibile che mostra il lato umanitario delle scienze tecnologiche. 




Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!