• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

Servizi di ingegneria, mercato in risalita i ribassi continuano a frenare la ripresa

Secondo il rapporto del CNI sui servizi di ingegneria nel primo trimestre del 2015 solo il 45,2% dei bandi di gara indicava chiaramente il Decreto Parametri quale norma di riferimento per il calcolo del corrispettivo

 


Servizi di ingegneria, mercato in risalita i ribassi continuano a frenare la ripresa

Il mercato dei servizi di ingegneria continua a risalire, ma persistono problematiche ataviche come la tendenza agli eccessivi ribassi. A denunciare una situazione che tronca il sorriso all’economia italiana è la consueta analisi realizzata dal Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, che per il primo trimestre del 2015 conferma l’inversione di tendenza già registrata nel 2014.

Le stazioni appaltanti infatti, in questo primo scorcio di 2015, hanno pubblicato bandi di gara per servizi di ingegneria per un importo a base d’asta complessivo superiore al miliardo e cento milioni di euro, contro i 968 milioni di euro del primo trimestre del 2014, periodo in cui si è registrato il valore più basso degli ultimi anni.

Cosa fotografa il rapporto trimestrale del Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri?

Il rapporto trimestrale mostra come molti adempimenti normativi stabiliti dalla Determinazione Anac il 25 febbraio 2015 vengano spesso disattesi. Per meglio chiarire la situazione, nei primi tre mesi del 2015 solo il 45,2% dei bandi di gara per servizi di ingegneria ha indicato chiaramente il DM.143/2013 quale norma di riferimento per il calcolo del corrispettivo posto a base di gara.

Una situazione paradossale, una fotografia che se da un alto ci riporta una situazione in crescita dall’altra continua ad evidenziare dettagli che frenano la ripresa.

Continuando ad esaminare il rapporto infatti emerge chiaro il dato dei bandi gara presentano diverse anomalie anche sul terreno dei requisiti richiesti ai partecipanti, sia in termini di fatturato che di personale tecnico richiesto.

Tutte le gare, comprese quelle sui servizi di ingegneria,  infatti, seguitano ad essere aggiudicate con ribassi molto consistenti che arrivano anche al 62,4%. Il valore medio dei ribassi per i servizi di ingegneria senza esecuzione è pari al 32,1%, mentre quello relativo alle gare in cui è prevista anche l’esecuzione dei lavori è pari al 21,9% e nel settore ITC scende all’11,8%.






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!