• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

Materiali preziosi dai PC? In arrivo un nuovo brevetto targato Enea per valorizzare le schede elettroniche

Il recupero dei materiali preziosi dalle schede elettroniche dei computer fa nuovi passi in avanti grazie ad una nuova invenzione Enea.

 


Materiali preziosi dai PC? In arrivo un nuovo brevetto targato Enea per valorizzare le schede elettroniche

Si tratta di un brevetto depositato dall’Enea nelle scorse settimane strettamente collegato ad un precedente brevetto relativo al recupero di materiali quali oro, argento, rame attraverso un processo chimico.

Sulla base di questo nuovo brevetto  è in corso di realizzazione un prototipo con finanziamento del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, che andrà ad integrare l’impianto dimostrativo ROMEO in via di realizzazione presso il centro Enea della Casaccia a cura dell’Unità Tecnica Tecnologie Ambientali .

Il prototipo su cui stanno lavorando gli ingeneri dell’Enea è costituito oltre che da un innovativo sistema di separazione solidi/liquidi,  da un reattore, da un sistema di carico ed da un sistema di agitazione di geometria appositamente studiata per il trattamento delle schede elettroniche e sarà in grado di trattare fino a 150 kg di schede elettroniche al giorno.

Questa tecnologia, presentata nei giorni scorsi in Cina nell’ambito del progetto China-Italy Green Exchange 2015 è stata anche oggetto di un progetto di fine corso dell’ Executive Master MBA della Business School di Bologna. 

 “Gli aspiranti imprenditori hanno messo a punto una strategia finanziaria e proposto la nascita di un’impresa dedicata alla gestione dell’impianto per il recupero di metalli da schede elettroniche “ ha affermato in una nota stampa ufficiale il dottor Danilo Fontana, ricercatore Enea del Laboratorio Ecoinnovazione dei sistemi produttivi dell’Unità Tecnica Tecnologie Ambientali” le aziende stanno dimostrano grande interesse per questo sistema e diversi imprenditori presenti alla premiazione, hanno già manifestato il loro interesse nel finanziare una start up di questa natura”.

 

Una tecnologia dalle grandi ripercussioni anche di tipo sociale, se è vero che in Africa la maggior parte dei conflitti si sta sviluppando proprio per la ricerca di materiali, come il Coltan, che sono indispensabili per sostenere la moderna civiltà tecnologica. 




Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!