• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Professionisti

Un grande successo degli ingegneri italiani dietro il nuoco Canale di Panama

“ Un progetto ingegneristico complesso” ma che riporta sugli allori le competenze professionali degli ingegneri italiani

 


Un grande successo degli ingegneri italiani dietro il nuoco Canale di Panama

Successo degli ingegneri italianiin Centro America. Il nuovo Canale di Panama ha superato il 'test' dell'Oceano Atlantico: l’acqua del lago Gatún, il bacino artificiale più grande del mondo, ha incominciato a inondare con una manovra impetuosa il nuovo canale sul versante dell’oceano Atlantico. La manovra rappresenta il primo importante stress-test del progetto Terzo Set di Chiuse, in corso di realizzazione nell’istmo centroamericano da parte del consorzio internazionale, che vede il gruppo Salini Impregilo alla guida operativa. Entro la fine di giugno verrà effettuata un’analoga manovra anche sulle chiuse del versante Pacifico.

L’apertura delle valvole e la prima fase dell’inondazione delle camere permetteranno di avviare le prove delle gigantesche paratoie costruite in Italia da ingegneri italiani e dei relativi sistemi elettromeccanici che, da metà 2016, regoleranno il passaggio delle navi tra gli oceani Atlantico e Pacifico.

“L’inizio dell’inondazione delle chiuse del nuovo Canale di Panama” ha dichiarato in una nota stampa l’Amministratore Delegato Salini Impregilo, Pietro Salini “è un momento storico per tutti noi e per i tanti ingegneri italiani che hanno collaborato al progetto. Il nuovo canale di Panama è senza dubbio, dal punto di vista ingegneristico, il progetto più complesso del mondo”

Cosa prevede il progetto degli ingegneri italiani

“Il Progetto Terzo Set di Chiuse rappresenta la più grande opera dell’uomo degli ultimi decenni, con numeri davvero unici” ha dichiarato l’AD di Salini Impregilo “Il nuovo Canale permetterà il transito di navi lunghe quasi 400 metri e con capacità di carico fino a 14.000 containers, tre volte superiori alla capacità delle navi attuali. Il progetto ha previsto oltre 50 milioni di metri cubi di scavi, 5 milioni di metri cubi di calcestruzzo, 290.000 tonnellate di ferro e l’impegno di oltre 10.000 persone. Le paratoie giganti, che distano dai loro alloggiamenti in cemento armato solo pochi centimetri, sono mediamente alte circa 30 metri, larghe circa 10 metri e lunghe circa 58 metri, con un peso di oltre 3.000 tonnellate ciascuna”

Canale di Panama

Il progetto originario del canale risale al XIX secolo. Nel 1881 una società francese cominciò a raccogliere fondi e i lavori cominciarono secondo un progetto molto complesso che non prevedeva l'impiego di chiuse- L’avveniristico progetto però falli completamente. Nel 1901 gli Stati Uniti ottennero dal governo colombiano l'autorizzazione per costruire e gestire il canale per 100 anni.

 

I lavori per l’attuale canale iniziarono nel 1907, gestiti dal genio militare statunitense, e si conclusero il 3 agosto 1914, seguendo i progetti del colonnello Gothal. L'inaugurazione ufficiale fu però rinviata al 1920, a causa dell'insorgere della prima guerra mondiale.






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!