• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

Shell Eco Marathon: il team Politecnico H2Polito

Nuova sfida per il Team studentesco del Politecnico di Torino H2politO, impegnato a Londra, dove parteciperà alla Shell Eco-marathon.

 


Shell Eco Marathon: il team Politecnico H2Polito

Prima una serie di check tecnici per “abilitare” i veicoli a correre, poi “practice run” e quindi dal 30 giugno al 3 luglio la competizione che vedrà quest’anno più di 200 Team delle migliori Università Europee confrontarsi e sfidarsi su una tematica importante a livello globale: sostenibilità ambientale, bassi consumi e riduzione delle emissioni.

Il  team Politecnico H2Polito, costituito da un gruppo di circa 60 ragazzi di diversi corsi di laurea dell’Ateneo (di cui 24 saranno a Londra per la competizione), è alla nona partecipazione alla competizione; quest’anno correrà per la sesta volta nella categoria Urban Concept con il veicolo ibrido XAM (eXtreme Automotive Mobility) e nella categoria Prototipi con il veicolo a fuel cell a idrogeno IDRAkronos.

La gara, giunta alla 31 edizione, si svolgerà all’interno del Queen Elizabeth Olympic Park di Londra su un tracciato particolarmente impegnativo, ricco di curve e pendenze che potranno mettere a dura prova i Team, i cui veicoli si muovono con alcune centinaia di watt e raggiungono velocità massime di 25-30 km/h. Sarà una nuova doppia sfida per il Team: per XAM l’obiettivo è quello di migliorare il record di consumi ottenuto nel 2015 sul circuito cittadino di Rotterdam (147 km con l’equivalente di un litro di benzina);  IDRAkronos partecipa invece per la prima volta, cercando la conferma in pista dei consumi ottenuti a calcolo (che il team vuole per ora tenere ancora riservati).

 

Nel corso della competizione vengono assegnati anche degli off track award e il Team spera di confermare (o migliorare!) anche in questo i brillanti risultati del passato: Design Award con IDRA nel 2010, Design Award con XAM nel 2011, Communication & Marketing Award nel 2009 e 2010, Communication Award nel 2012 e 2014.






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!