• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

La Polizia Municipale di Alghero in Umbria per azioni di rilevamento dell’inagibilità degli edifici

Sisma Centro Italia: la Polizia Municipale di Alghero in campo per garantire la vigilanza del territorio e il rilevamento dell’inagibilità degli edifici

 


La Polizia Municipale di Alghero in Umbria per azioni di rilevamento dell’inagibilità degli edifici

“Siamo arrivati con una squadra di otto agenti e due pic up forniti dall’amministrazione comunale martedì mattina e garantiamo una presenza sul territorio per i prossimi 25 giorni. Al momento siamo operativi presso i Comuni di Preci e Norcia, nella zona umbra del terremoto e alloggiamo in un prefabbricato che è stato dato nella disponibilità della protezione civile al Comune di riferimento”. Così il Comandante Guido Calzia della Polizia Municipale di Alghero.

“Svolgiamo principalmente due tipi di attività” afferma Calzia ”Una parte di noi sta seguendo i tecnici del Comune per fare un rilevamento dei beni immobili comunali che sono stati lesionati e quindi dichiarati inagibili; mentre un secondo gruppo, che comunque è interscambiabile con il primo, si cura di fare la vigilanza nei centri e nei campi di accoglienza, oltre a tutto quello che può essere di aiuto alle amministrazioni comunali a cui siamo stati assegnati come ad esempio gli accertamenti demografici”.

“Ovviamente” continua il comandante dei vigili urbani della città catalano-sarda “dobbiamo essere pronti all’imprevisto e quindi la nostra attività è poliedrica e ci mettiamo a disposizione di chi tramite Anci ci gestisce in qualità di amministratore del comune di riferimento”.

Per garantire il massimo dell’efficienza, il Comandante spiega che: “il gruppo resterà una media di 7/8 giorni e poi arriveranno altri colleghi a sostituirci in modo tale che ci sia una rotazione ma allo stesso tempo tra il gruppo in entrata e quello in uscita ci sarà sempre qualcuno che rimane per dare le consegne e assicurare una continuità nell’attività di servizio che viene svolta.

“Cerchiamo” conclude Calzia “poi di fare da tramite per tutta la Sardegna per i colleghi che hanno dato la disponibilità e che Anci riterrà opportuno di mandare in questa zona”.




Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!