• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

"REDUCE": da una rete di scuole un progetto per la conoscenza del rischio sismico

La conoscenza del rischio sismico è la migliore prevenzione, e quando il messaggio giunge e poi riparte dalle scuole ha una valenza ancor più pregnante.

 


La conoscenza del rischio sismico è la migliore prevenzione, e quando il messaggio giunge e poi riparte dalle scuole ha una valenza ancor più pregnante. Una "rete" di scuole, il coinvolgimento attivo di studenti e insegnanti, mostre itineranti, progetti diffusi e tavole vibranti: un cammino di resilienza sul rischio sismico che si rafforza ogni giorno nel nome del bene comune

Si chiama "REDUCE - Conoscere e condividere per ridurre il rischio sismico" il progetto mirato alla realizzazione di percorsi dedicati alle scuole per diffondere la cultura del rischio sismico attraverso la conoscenza del territorio, del patrimonio ambientale e storico che in esso è custodito e del rischio cui è esposto. Obiettivo di REDUCE  è quello di attuare il diritto dei cittadini alla conoscenza del rischio sismico e di diffonderne la consapevolezza per meglio concorrerne alla riduzione. Destinatari primari sono i ragazzi e le ragazze dell'ultimo biennio delle scuole secondarie tecniche ma anche tutti gli altri studenti ivi compresi gli universitari e la cittadinanza in generale.

REDUCE è coordinato dalla rete RESISM, Rete per l'Educazione Sismica composta da 7 Istituti scolastici emiliano-romagnoli e 3 Istituti toscani, e vede come partner il Centro di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità (CEAS) "La Raganella", l'Unione Comuni Modenesi Area Nord, la Classe 4 ª A di Grafica e Comunicazione dell’IIS AVS Aldini Valeriani-Sirani di Bologna, il  Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-Romagna (SGSS).

Il progetto REDUCE include; attività programmate dalla rete RESISM (installazioni della mostra-laboratorio  sul rischio sismico ‘Io non tremo!" ), le  iniziative organizzate dal CEAS "La Raganella" sul territorio colpito dai terremoti del 20 e 29 maggio 2012, la collaborazione del Servizio Geologico SGSS della Regione Emilia-Romagna per la comunicazione e il coinvolgimento di ragazze e ragazzi sui temi attinenti i territori e la memoria.

Nell'ambito di questo progetto è già stato inoltre pianificato il programma di un seminario da svolgersi nel modenese, probabilmente a Mirandola, all'apertura del prossimo anno scolastico sui seguenti temi:

descrizione dei terremoti

le costruzioni: il nuovo, l'esistente, la gestione dell'emergenza

cosa si può conoscere, cosa non si può conoscere. Il pensiero scientifico nella costruzione della cittadinanza

il terreno: ovvero dove costruire e dove costruiamo

la legalità.

 

Il prossimo 20 maggio, in occasione del quarto anniversario del sisma che colpì l'Emilia nel 2012, si terrà alle ore 11,30 presso la Regione Emilia Romagna, (Sala Polivalente Guido Fanti), un incontro tutti i soggetti coinvolti nel progetto "REDUCE - conoscere e condividere per ridurre il rischio sismico". In quell'occasione i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato attivamente alle iniziative correlate a RESISM avranno l'opportunità di esporre liberamente la propria testimonianza e l'insegnamento che ne hanno tratto. Lo stesso giorno, venerdì 20 maggio, alle ore 15.30, presso l'Aula Magna FAV - IIS Aldini Valeriani - Sirani, si svolgerà il convegno "EDUCARE ALLA RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO - Il ruolo delle Scuole della Rete RESISM e le azioni regionali", durante il quale verranno consegnate e descritte le tavole vibranti realizzate nei laboratori dell'IISaldini Valeriani grazie alla donazione di alcuni motori elettrici con motoriduttori e inverter, da parte dell’Azienda BONFIGLIOLI Riduttori di Calderara di Reno (BO).






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!