• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

Efficienza energetica e riuso dei materiali per l’Aquila del futuro

È fondamentale inserire nel tessuto urbano edifici moderni che possiedano le caratteristiche di efficienza energetica e riuso dei materiali

 


Efficienza energetica e riuso dei materiali per l’Aquila del futuro

Efficienza energetica e riuso dei materiali, sembra essere questo il leit motiv attorno a cui potrebbe crescere e concretizzarsi la definitiva ricostruzione del capoluogo abruzzese: “più passano gli anni più diventa fondamentale inserire nel contesto storico edifici di architettura moderna, dotati di tutte le migliori tecniche per l’isolamento termico ed acustico, l’efficienza energetica nonché il recupero dei materiali di riciclo”.

L’affermazione che non mancherà di far discutere è stata pronunciata da Elio Masciovecchio, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia dell’Aquila, in occasione del seminario formativo dal titolo “La sostenibilità nella ricostruzione post-sisma – Seminario introduttivo ai sistemi di rating internazionali con focus sui protocolli a marchio LEED-GBC” che l’Ordine degli Ingegneri della Provincia dell’Aquila, insieme ad Ance L’Aquila, Gbc Italia, all’Ordine degli Architetti ed al Collegio dei Geometri, ha tenuto nei giorni scorsi presso il Ridotto del Teatro Comunale a L’Aquila.

Quello auspicato dagli ingegneri abruzzesi vuole essere un contributo di qualità, cosi da poter dare nuovo impulso al recupero del centro storico della città e stimolare la ripresa dell’edilizia secondo i più moderni canoni dell’efficienza energetica e del riuso dei materiali.

E’ stato questo il senso dell’incontro che per Masciovecchio rappresenta “un indubbio stimolo alla progettazione e realizzazione di nuovi edifici, ma anche al recupero di quelli esistenti, in chiave green. La sfida che vede impegnati i vari attori della ricostruzione e’ quella di cogliere il meglio che viene offerto dal panorama internazionale e nazionale”.

 

L’evento abruzzese sembra comunque aver colto nel segno, sembra infatti che sia andato oltre i circoscritti limiti degli aspetti tecnici per toccare l’ambito più ampio delle possibilità di rilancio ingegneristico per il capoluogo abruzzese. Un ambito che dalle parole di Masciovecchio parlava di efficienza energetica e riuso dei materiali, argomenti che se realizzati potrebbero davvero garantire un nuovo ridente futuro per l’Aquila.






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!