• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Urbanistica

La rete stradale del futuro? Solare, intelligente e connessa.

Una rete stradale sempre più smart aiuterà gli utenti a sviluppare traffici e interessi

 


La rete stradale del futuro? Solare, intelligente e connessa.

Da qui al 2050 gli stati di tutto il mondo investiranno miliardi di dollari nel potenziamento della rete stradale. Ad essere privilegiati saranno gli investimenti  in superfici fotovoltaiche con led integrati, materiali cementizi auto riparanti e dispositivi intelligenti in grado di comunicare con i veicoli. Innovazioni  fondamentali per creare una rete stradale di seconda generazione.

Materiali solari ed auto-riparanti, dispositivi GPS e tecnologie innovative in grado di comunicare con i veicoli. Sembra quasi uno scenario da film di fantascienza, ma la rete stradale del prossimo futuro non si discosterà molto da queste prime indiscrezioni.

Lo scenario descritto è stato immaginato nelle ultime ore da Arup.

Arup in un recente report, ha anticipato i trend che caratterizzeranno i prossimi anni, fino al 2050, prendendo in considerazione alcune evidenze, come la rapida urbanizzazione, i cambiamenti climatici, l'esaurimento delle risorse e i cambiamenti social. Scenario che non poteva esimersi dall’analizzare lo sviluppo della rete stradale in funzione sempre più smart.

Anticipare e analizzare le tendenze future, secondo i Team Leader di Arup,  aiuterà le società a muoversi verso un futuro incentrato sulla connettività e sulle basse emissioni.

Un futuro quasi obbligato dove le soluzioni progettuali e di mobilità porranno  al centro l'utente.

Dato l'inevitabile aumento esponenziale dei veicoli per la rete stradale, minimizzare l'impatto e la frequenza degli interventi di manutenzione sarà indispensabile.

Motivo per cui si opterà sempre più per l'utilizzo di materiali autoriparatori, come il cosiddetto“calcestruzzo auto rigenerante” che contiene al suo interno dei particolari batteri allo stato “dormiente” che, nel caso in cui si inizi a formare una fessura nella superficie, producono istantaneamente un riempimento calcareo resistente. Una soluzione su cui si sta investendo da diversi anni in tutto il mondo e che potrebbe ridurre significativamente il costo di una infrastruttura.

La rete stradale dei prossimi anni molto probabilmente sarò anche dotata di generatori di energia solare.

Le più recenti scoperte portano infatti ad ipotizzare di poter costruire una rete stradale costituita in tutto o in parte da pannelli o vernici fotovoltaiche, in grado di generare energia utilizzabile nell'illuminazione e per la ricarica degli stessi veicoli elettrici.

I pannelli fotovoltaici conterranno inoltre dispositivi led che fungeranno non solo da lampioni ma anche da dispositivi per lo scioglimento della neve e del ghiaccio.

 

 






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!