• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

Mercato unico europeo per l'energia

75 miliardi di euro di risparmio, è questa la cifra di valore data da un mercato unico europeo dell’energia.

 


Mercato unico europeo per l'energia

Un  risparmio energetico enorme:

75 miliardi di euro grazie all'efficientamento e all'unificazione dei mercati europei.

Secondo quanto rilevato da Avvenia, leader nazionale nel settore della White Economy, le scelte improntate a un minor consumo di energia e l'abbattimento degli sprechi consentiranno nell'ambito di un ormai prossimo mercato unico europeo per l'energia di ottenere consistenti risparmi immediatamente visibili sulle bollette dei cittadini. Un evoluzione che gli europei potranno toccare direttamente con mano quindi.

Attraverso l'ottimizzazione dei programmi di efficienza energetica, la gestione più dinamica della domanda e l'implementazione di un mercato unico europeo per l'energia, il valore del risparmio energetico in Europa supererebbe i 75 miliardi di euro. Una cifra consistente e dalle ricadute economiche dirette importanti.

L'impatto dell'efficientamento energetico e dell'integrazione dei mercati sul risparmio é dunque gigantesco e di questo l'Europa ne è a conoscenza, ma persiste ancora il divario tra la consapevolezza e il passaggio all'azione concreta che andrebbe a beneficio di tutti: pubbliche amministrazioni, imprese e cittadini.

Per quanto riguarda il mercato delle pubbliche amministrazioni, Avvenia si è già impegnata a realizzare interventi a proprie spese per rendere efficienti dal punto di vista dell’energia consumata gli impianti e le strutture pubbliche. Avvenia è infatti in grado di assicurare per un certo numero di anni agli enti pubblici un risparmio certo rispetto ai costi energetici precedenti agli interventi.

Per quanto riguarda invece il segmento business, Avvenia, avvalendosi delle più innovative tecniche presenti sul mercato, realizza progetti di Efficienza Energetica Creativa. Interventi attraverso i quali la promozione dell'efficienza energetica diventa una grande misura di rilancio delle più rilevanti competenze industriali per le quali l'Italia è leader mondiale nel comparto dell’energia. Il sistema produttivo riceve così un forte impulso verso lo sviluppo di nuove tecnologie di efficientamento, migliora i propri standard produttivi e contribuisce all'evolversi di un mercato dell'efficienza energetica che accresce il vantaggio competitivo delle imprese sui mercati internazionali.

Per quanto riguarda i cittadini invece, con l'integrazione dei mercati, il risparmio si potrebbe tradurre in circa 450 euro pro capite annui. Soldi direttamente risparmiati sulla bolletta che risulterebbero fondamentali per far quadro conti e bilanci.

 

 






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!