• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Attualità

Armando Zambrano presidente CNI visita l’USRC

Durante l’incontro è stato presentato il modello di Governance e di gestione dei processi di ricostruzione dei Comuni del Cratere e fuori Cratere

 


Armando Zambrano presidente CNI visita l’USRC

Martedì 30 maggio, il Presidente del Consiglio Nazionale Degli Ingegneri, Armando Zambrano, unitamente al Vice Presidente Vicario Gianni Massa e al Consigliere Gaetano Fede hanno visitato la sede dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere a presso il Villaggio San Lorenzo di Fossa (AQ).

Ad accoglierlo il Titolare dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere, Paolo Esposito, il personale USRC, assieme a Elio Masciovecchio, Presidente Ordine Ingegneri Provincia de L’Aquila, e a Raffaele Iacovitti, Segretario provinciale dello stesso ordine nonché Responsabile di Servizio UTR n° 9 Rocca di Mezzo (AQ).

“Un’esperienza importante” ha dichiarato Armando Zambrano “che sta mettendo in evidenza l’importanza e l’efficacia del lavoro sul campo svolto dai professionisti tecnici e che merita una profonda riflessione sul ruolo sussidiario del professionista e su una nuova visione nel senso della semplificazione della contrattualistica pubblica”.

Durante l’incontro è stato presentato il modello di Governance e di gestione dei processi di ricostruzione dei Comuni del Cratere e fuori Cratere, con particolare riferimento ai sistemi di monitoraggio di tali processi sia sotto il profilo tecnico che finanziario.

“Un momento di reciproco scambio e arricchimento professionale, un confronto aperto teso a mettere a fattor comune le esperienze accumulate e le visioni future” ha detto Paolo Esposito, titolare USRC.

Sono inoltre stati trattati i temi legati al patrimonio di conoscenze accumulato in oltre quattro anni di lavoro post sisma dalle professionalità degli Uffici, e alla necessità di garantire robustezza e continuità ai processi di ricostruzione in atto tramite un presidio di lungo periodo del modello organizzativo dedicato.

 

 






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!