• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri

Rivoluzione nel settore dell’edilizia: nuove Norme Tecniche per le Costruzioni.

Tutte le novità della bozza sulle Norme Tecniche per le Costruzioni approvata dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

 


Rivoluzione nel settore dell’edilizia: nuove Norme Tecniche per le Costruzioni.

Il processo di revisione delle Norme Tecniche per le Costruzioni, avviato poco dopo la pubblicazione della Circolare n. 617 del 2009, ha raggiunto la sua fase conclusiva con la controversa approvazione in seno al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici dello scorso 14 novembre.

In particolare, la scelta di quella che dovrebbe essere la versione definitiva delle Norme Tecniche per le Costruzioni  è stata effettuata tra due bozze che si differenziavano su due soli punti:

- sulla questione del coefficiente per il legno, e sulle murature;

- sulla questione degli edifici esistenti e la scelta tra la riproposizione dell'attuale apparato normativo e l'affermazione del concetto di "sicurezza diffusa".

Sulla bozza approvata , il Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha pubblicato la circolare 27 novembre 2014, n. 459 che illustra nel dettaglio le novità introdotte che dovrebbero migliorare l'attuale versione delle Norme Tecniche per le Costruzioni  2008 attraverso alcune novità:

- la correzione di errori di varia natura ed importanza;

- una maggiore aderenza alle più recenti edizioni delle norme UNI;

- una maggiore integrazione agli Eurocodici;

- un approccio più moderno agli edifici esistenti.

Tra le principali novità si registra quella relativa al termine "vita nominale", sostituito il termine "vita nominale di progetto" (VN), evidenziando ancora di più il significato convenzionale di questo concetto.

Ci sono inoltre molte modifiche diffuse in vari paragrafi del testo sulle Norme Tecniche per le Costruzioni. Ad esempio sulla questioni del coefficienti per il legno e sulle murature, la Commissione relatrice si è formalmente divisa avanzando due proposte diverse. Particolare attenzione va posta alla modifica del punto riguardante i materiali innovativi su cui, è stata registrata da più addetti ai lavori,  una sostanziale chiusura ad ogni forma di armonizzazione con la velocità dei processi scientifici e dell'innovazione tecnologica.

 Di particolare importanza sembrano essere le modifiche e le correzioni apportate al testo sulle

Norme Tecniche per le Costruzioni relative alla progettazione geotecnica

Il capitolo ha infatti subito modificazioni ed integrazioni nei riguardi sia degli aspetti generali della progettazione sia degli aspetti riguardanti singole opere o interventi. In particolare si segnala che l'Approccio 1 è stato riservato alle paratie, opere in sotterraneo e affini.






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!